Perosa Canavese - Mangiare in canavese 6.0

Mangiare in Canavese
Mangiare in Canavese
Vai ai contenuti
Perosa Canavese
Cenni Storici
Il Comune di Perosa Canavese nasce come  piccolo centro attiguo al borgo di Moyrano in seguito andato perduto a  causa delle pestilenze e delle scorrerie degli eserciti in transito.
La storia di Perosa è strettamente  collegata, dal XI al XVI secolo, alle vicende dei conti di San Martino e  del loro castello e centro fortificato. Per comprendere meglio le  vicende del nostro Centro e la sua importanza strategica ed economica e'  importante sottolineare che, fin da epoca romana, transitava da Perosa  (via petrosa) un'importante via di comunicazione tra Eporedia ed Augusta Taurinorum; tale strada passava dagli odierni Comuni di San Martino e Vialfrè.
Nel  secolo XII Perosa è feudo dei Conti di San Martino. Nel 1263 ben 54  Uomini di Perosa e Moyrano prestano giuramento alla convenzione per la  lotta dei Berrovieri; un numero tale di partecipanti lascia supporre che  questi due insediamenti fossero abbastanza popolati.
Tra il 1200 e il 1700 alcuni uomini di Perosa e Moyrano ricevono, per investitura, numerosi beni dalla Chiesa d'Ivrea .
Nel  secolo XVI, durante la guerra tra Francesi e Spagnoli, Perosa subisce  notevoli danneggiamenti, soprattutto in occasione dei numerosi assedi al  castello del borgo di San Martino.
Verso la fine del XVIII  secolo ha sede in Perosa una fonderia ed officina per la lavorazione del  rame; la Ramera (attualmente Cascina Ramera) era di proprietà dei  Perrone di San Martino.
Nel 1800, durante l'invasione delle truppe  napoleoniche, Perosa viene fortemente danneggiata e l'archivio comunale  viene distrutto.

Il Museo Didattico
Nell'ottica di valorizzare e far rivivere anche le più genuine testimonianze del passato, moltissime città piemontesi hanno raccolto un po' ovunque e conservano in Musei attrezzi agricoli, di mestiere, per la casa, antichi arnesi da gioco, mobilio e persino vestiario.
Oggi, grazie al meritevole impegno di alcuni privati e alla sagacità delle Autorità comunali, anche Perosa Canavese può vantare ed offrire una raccolta del genere : le "MEMORIE DEL TEMPO", un MUSEO DIDATTICO rivolto soprattutto alle scolaresche affinchè possano conoscere e non dimenticare.
Il Museo perosiese è allestito all'interno del Municipio in un caratteristico locale seminterrato; nonostante la sua modestia, la raccolta offre non poche e interessanti possibilità di vedere e pensare al passato.
Ogni pezzo esposto è affiancato da una targhetta indicante il nome specifico dell'oggetto e , talvolta, la descrizione di come esso, un tempo, veniva impiegato.
Il nome in lingua italiana è preceduto dal sostantivo in lingua piemontese scritto secondo le regole della "grafia storica".
L'indicazione in dialetto riveste un'importanza fondamentale e non deve essere disgiunta dagli oggetti e dagli attrezzi esposti; infatti l'Umanità che tali oggetti pensò, costruì ed usò pensava e si esprimeva in lingua piemontese.

Per informazioni e visite guidate:
Sig. Gibelli Luciano Tel. 0125-739336
Sig. Biondello Giuseppe Tel. 0125-739215


Tratto da:
Sito Ufficiale del Comune


SP di Colleretto Giacosa 63/1
10010 Perosa Canavese
Tel. 3464205471 Mauro  -  3473423938 Silvia


SP di Colleretto Giacosa 63/1
10010 Perosa Canavese
Tel. 3464205471 Mauro  -  3473423938 Silvia



Torna ai contenuti